Progetti di ricerca

La ricerca è la principale attività di SIHMA. La ricerca ruota attorno ad alcuni temi della migrazione, che possono essere trovati di seguito.  Le nostre  ricerche supportano l'advocacy e progetti di sostegno dei diritti di migreanti e rifugiuati e  la fornitura di servizi all'interno della rete Scalabrini, come il Centro Scalabrini e Lawrence House.

Mobilità umana in Africa

La mobilità umana in Africa ha una lunga storia che attraversa diversi secoli e il continente ha una popolazione altamente mobile composta da nomadi, lavoratori frontalieri, professionisti altamente qualificati, imprenditori, studenti, rifugiati e migranti privi di documenti. Il discorso sulle tendenze e sui modelli migratori in Africa è dominato da miti e falsi presupposti che non riescono a dipingere un vero riflesso di questo fenomeno. La nostra ricerca mira a chiarire le diverse forme di mobilità in Africa.

Politiche migratorie

La migrazione internazionale è percepita dagli Stati come una sfida globale e la sua governance rappresenta una questione controversa per i responsabili politici che cercano di accrescere il loro consenso su questioni politiche. Negli ultimi anni, gli studiosi hanno discusso dell'efficacia delle politiche migratorie, affrontando la questione del perché tali politiche tendano a fallire e producano conseguenze indesiderate. La nostra ricerca esamina lo sviluppo delle politiche migratorie e anche il ruolo svolto dai diversi attori coinvolti nel processo di elaborazione delle politiche.

Impatto della migrazione sulla salute mentale

La migrazione è un fenomeno che influenza la vita umana in larga misura. Spesso la mancanza di preparazione, la difficoltà di adattamento a un nuovo ambiente, il complesso sistema locale, le barriere linguistiche, le disparità culturali eccetera possono causare angoscia ai migranti. Può quindi avere un impatto negativo sul benessere mentale dei migranti. L'impatto della migrazione sul benessere umano è una questione contemporanea e SIHMA mira quindi a comprendere questo impatto sulla salute mentale dei migranti.

Xenofobia e Afrophobia

La xenofobia è una paura dell'altro, mentre l'Afrofobia è una paura per un altro specifico; l'altro nero. Negli ultimi anni il Sudafrica ha avuto a che fare con picchi di xenofobia, ma più precisamente con l'afrofobia. La paura non è verso lo straniero generale - come gli stranieri europei - ma verso gli altri neri. SIHMA mira a offrire uno sguardo critico ai fenomeni al fine di contribuire a diminuire queste fobie.

Cambiamenti climatici e migrazione

La migrazione e il clima sono sempre stati collegati, ma nell'era moderna, l'impatto dei cambiamenti climatici - influenzato enormemente dall'attività umana - è suscettibile di cambiare ampiamente i modelli di mobilità umana. Gli eventi catastrofici legati al clima influenzeranno notevolmente il modo in cui gli umani decidono di migrare e stabilirsi. SIHMA cerca quindi di studiare i legami tra migrazione, ambiente e cambiamento climatico.

Gender 

Il genere è fondamentale per qualsiasi dibattito incentrato sulle cause e sulle conseguenze della migrazione, forzata o volontaria. Il genere, il sesso e l'orientamento sessuale di una persona modellano l'esperienza di un migrante in ogni fase del processo di migrazione. È quindi essenziale considerare come i legami di genere con la migrazione e comprenderlo per poterlo rispondere. Il SIHMA mira a contribuire al discorso su genere e migrazione concentrandosi sulle questioni di genere nell'agenda di ricerca.

Minori vulnerabili

1 su 8 migranti in tutto il mondo sono bambini (IOM). In tutte le fasi del processo di migrazione, i minori migranti sono sproporzionatamente vulnerabili allo sfruttamento, al traffico, alla detenzione, agli abusi e alla violenza. Questa vulnerabilità peggiora quando il bambino è solo o separato dagli adulti. Affrontare le esigenze di questi minori è quindi importante per la ricerca sulla migrazione, e quindi una parte dell'agenda di ricerca di SIHMA.